Parla con la Vergine

Parla con la Vergine
Chiedete, lasciate un messaggio, una preghiera, un racconto. Scrivi qui la tua preghiera da lasciare ai piedi della Madonnina

venerdì 31 maggio 2013

FESTA DELLA MADONNA MIRACOLOSA


Madre di misericordia, guarda a noi con intenso amore, ora più che mai ne abbiamo bisogno. La terra, che tu stessa hai conosciuto è piena di tristezze; proteggi quanti, turbati dalle difficoltà o avviliti dalla sofferenza, sono presi da sfiducia e da disperazione. A coloro, a cui sembra che tutto vada male, dona conforto: suscita in loro lo nostalgia di Dio e lo fede nel suo infinito potere di soccorso. Volgi il tuo sguardo a coloro che non sanno farsi amare e che la gente non ama più. Consola coloro, a cui la morte o l'incomprensione ha strappato gli ultimi amici e si sentono terribilmente soli. Abbi pietà delle mamme che piangono i loro figli perduti o ribelli o infelici. Abbi pietà di quanti non hanno ancora un lavoro e sono nell'impossibilità di dare ai loro figli pane abbondante e serenità, che la loro umiliazione non li abbatta, dona loro coraggio e tenacia nel riprendere giorno per giorno la propria avventura, nell'attesa di giorni migliori. Guarda benigna coloro che, illudendosi di aver raggiunto quaggiù lo scopo della vita, ti hanno dimenticata; sii buona con coloro a cui Dio ha donato bellezza, beni e forti sentimenti, perché non sciupino questi doni in cose inutili e vane, ma con essi facciano felici coloro che ne sono sprovvisti. Ama finalmente coloro che non ci amano più; Maria madre di tutti noi, donaci speranza, pace, amore. Amen.

PRESENTAZIONE DEL NUOVO VIDEO DEDICATO ALLA MADONNA MIRACOLOSA

AFFIDIAMO
Tutti i sofferenti e gli ammalati a MARIA
i Bisognosi a MARIA
gli innamorati a MARIA
tutti i giovani a  MARIA
tutte le mamme del mondo a MARIA
i nonni a MARIA
i sacerdoti a MARIA
tutti i lavoratori a MARIA

AFFIDIAMO
Le nostre sofferenze a MARIA
i nostri bisogni a MARIA
i nostri sentimenti a MARIA
il nostro entusiasmo a MARIA
il calore e il legame materno a MARIA
la saggezza a MARIA
le vocazioni a MARIA
le nostre capacità a MARIA

AFFIDIAMO
le nostre famiglie a MARIA
tutti i visitatori di questo sito a MARIA
tutte le persone in attesa di una grazia a MARIA

Madonna Miracolosa, tu che per mezzo di nostro Signore 
Gesù, distribuisci le grazie a chi ti invoca e ti venera; PREGA PER NOI

Madonna Miracolosa, tu che con la tua potenza, sei riuscita a farti pregare 
da tantissimi fedeli da ogni parte del mondo; PREGA PER NOI

Madonna Miracolosa, fa che questo giorno a te dedicato, possa essere un mezzo per attirare a te,  tutta la gente non ancora convertita ed accrescere ancora più forte la fede di chi ti segue, ti prega e ti implora; PREGA PER NOI  

PREGHIAMO
Signore Gesù, noi ti benediciamo e ti ringraziamo per tutte le grazie che, per mezzo della Madonna Miracolosa, hai sparso sul tuo popolo in preghiera e sofferente. Fa' che anche noi, per sua intercessione, possiamo aver parte di questi beni per meglio amarti e servirti! Amen.
Festa della Madonna Miracolosa

Oltre ad essere stata adornata di fiori, sono state inserite ai piedi della Madonnina le medagliette donate da “Vittorio l’eremita” direttamente da Medjugorje (in basso la foto ingrandita che le ritrae); inoltre le luci che illuminano la Madonna, rimarranno accese per tutta l’intera giornata (un modo questo, per mettere in luce ed illuminare tutte le richieste di grazia lasciate dai numerosi fedeli durante l’intero anno).
Inserite ai piedi della Madonnina le medagliette



LA PREGHIERA DELLE “TRE AVE MARIA”
Oggi è un giorno di festa, il 31 Maggio di ogni anno è dedicato ai festeggiamenti in onore della Madonna Miracolosa, la Madonna più pregata e venerata in rete. Ricordiamoci che è solo grazie all'unione delle nostre preghiere e alla devozione assoluta nei confronti di questa Madonnina se vengono esaudite le nostre richieste di grazia. Bisogna pregare sempre, anche quando perdiamo le forze e le speranze, non dobbiamo mai smettere di lottare e di avere fede.

In conclusione, promettiamo alla Madonna di recitare “TRE AVE MARIA” ogni 31 di ogni mese. Affidiamoci alla Madonna e affidiamo al suo cuore immacolato qualsiasi persona a noi cara.

RECITIAMO INSIEME:
Madonna Miracolosa, in questo giorno a te dedicato, affidiamo con devozione e fede la tua preghiera, perché tu possa portarla a tuo figlio, nostro Signore Gesù.
Ave, o Maria, piena di grazia
il Signore è con Te;
Tu sei benedetta tra le donne e benedetto
è il frutto del Tuo seno, Gesù.
Santa Maria, Madre di Dio,
prega per noi peccatori,
adesso e nell'ora della nostra morte.
Amen

RIVIVI L'EMOZIONE DI QUEL GIORNO NEI VARI ANNI 
FESTA DELLA MADONNA MIRACOLOSA 


giovedì 23 maggio 2013

L'OTTAVA DEDICATA ALLA MADONNA MIRACOLOSA


clicca qui per seguire L'Ottava in onore della Madonna Miracolosa

Ricordo a tutti i visitatori che per più di una settimana (dal 22 al 31 Maggio) questo sito, si ferma per dare spazio alle varie manifestazioni che ci accompagneranno per tutto il tempo della durata del programma, pertanto non verranno pubblicati nessun tipo di preghiere e recensioni. Voglio precisare a chiunque voglia seguire la tanto attesa “OTTAVA della MADONNA MIRACOLOSA” che viene suddivisa come dalla parola stessa, da otto parti, con otto preghiere diverse ed ognuna di queste è caratterizzata da otto benedizioni particolari, il tutto viene svolto in otto giorni, con assoluta devozione e profonda fede, per poi festeggiare il giorno dedicato alla Madonna.

mercoledì 22 maggio 2013

Litanie alla Madonna Miracolosa

Madonna Miracolosa, Maria, madre di Cristo, luce delle genti prega per noi
Madonna Miracolosa, Maria, madre di Cristo, sposo della Chiesa prega per noi
Madonna Miracolosa, Maria, sostegno di quanti ti invocano prega per noi
Madonna Miracolosa, Maria, nostra sorella e madre premurosa prega per noi
Madonna Miracolosa, Maria, causa della nostra letizia prega per noi
Madonna Miracolosa, Maria, donna guidata dallo Spirito santo prega per noi
Madonna Miracolosa, Maria, madre del buon consiglio prega per noi
Madonna Miracolosa, Maria, madre perfetta dei fedeli  prega per noi
Madonna Miracolosa, Maria, madre e maestra dei fedeli prega per noi
Madonna Miracolosa, Maria, madre di Cristo fonte d' acqua viva prega per noi
Madonna Miracolosa, Maria, madre dispensatrice di grazia prega per noi
Madonna Miracolosa, Maria, madre di misericordia prega per noi
Madonna Miracolosa, Maria, madre di riconciliazione e di pace prega per noi
Madonna Miracolosa, Maria, madre di protezione prega per noi
Madonna Miracolosa, Maria, madre di intercessione prega per noi
Madonna Miracolosa, Maria, madre e socia del Redentore prega per noi
Madonna Miracolosa, Maria, annunciazione di gioia al mondo prega per noi
Madonna Miracolosa, Maria, che hai dato alla luce la grazia prega per noi
Madonna Miracolosa, Maria, segno di sicura speranza prega per noi
Madonna Miracolosa, Maria, difesa della nostra fede prega per noi

Madonna Miracolosa, Maria, madre dell' unità dei credenti prega per noi
Madonna Miracolosa, Maria, che con il tuo esempio attiri a Cristo prega per noi 
Madonna Miracolosa, Maria, che ci richiami sul giusto cammino prega per noi
Madonna Miracolosa, Maria, sicuro rifugio nei pericoli della vita prega per noi

Agnello di Dio,
che togli i peccati del mondo, perdonaci 
Signore Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, ascoltaci 
Signore Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi.

Prega per noi Madonna Miracolosa, e saremo degni delle promesse di Cristo.

PREGHIAMO
Concedi ai tuoi fedeli, Signore Dio nostro, di godere sempre la salute del corpo e dello spirito e, per la gloriosa intercessione di Maria Santissima Miracolosa, sempre vergine, salvaci dai mali che ora ci rattristano e guidaci alla gioia senza fine. Per Cristo nostro Signore. Amen.  
 
Madonna Miracolosa

martedì 21 maggio 2013

L'amore a Gesù …

Noi sentiamo dentro il nostro cuore un bisogno irresistibile: il bisogno di amare. Ci dovrebbe quindi risultare facile amare Gesù, il più meraviglioso degli uomini, l'unico uomo che è anche Dio. Noi amiamo volentieri un'automobile, un orologio, un quadro, perché sono belli. Che cosa sono tutte queste cose di fronte al Signore? Eppure lo amiamo tanto poco, o solo nei momenti di bisogno. Noi non amiamo, o amiamo poco Gesù, ma lui sicuramente ci ama. Ci ama tanto, che fin dalla nascita ha pensato unicamente alla nostra salvezza. Per noi ha rinunciato a rimanere solo Dio, per noi si è fatto debole bambino, per noi ha svolto la sua missione di salvezza tra mille difficoltà e incomprensioni, per noi ha sopportato insulti e flagelli, per noi ha versato il suo sangue, per noi è morto. È difficile immaginare cosa un uomo possa fare di più per gli altri. Eppure a lui tutto questo è sembrato poco. In più ci ha voluto lasciare il sacramento del suo corpo in cibo e del suo sangue in bevanda. Noi ci commuoviamo davanti a un bambino che ci sorride, perfino davanti a un cagnolino che ci scodinzola attorno. E non sappiamo corrispondere all'amore infinito di Dio. Non dobbiamo avere paura, o vergognarci di mostrargli il nostro affetto. Egli se l'aspetta, ce lo chiede. Egli è pronto ad accogliere il nostro amore, anche se in passato l'abbiamo offeso. Se abbiamo un po' di sensibilità, non possiamo rimanere indifferenti davanti alla tenerezza di Gesù. Gesù è l'amore degno del nostro cuore, l'amore capace di appagare ogni nostra aspirazione e di darci la felicità. Gesù è la via da seguire, per non smarrire la strada della salvezza; solo Gesù è la verità; solo Gesù è la vita. Amiamo Gesù. Ne ha diritto perché è nostro Dio, nostro Redentore, nostro amico fedele. Nessuno ci ha mai voluto bene quanto lui. Amiamo Gesù con un amore vero, fuggendo il male, praticando i suoi insegnamenti, imitando i suoi esempi, senza vergognarci mai del suo Vangelo e della sua Chiesa. Amiamo Gesù, e la nostra vita scorrerà serena, la nostra morte sarà dolce, la nostra eternità sarà felice. Questo è anche l'invito della Madonna, in questo ultimo giorno del mese di maggio a lei dedicato. Durante questi giorni Maria ha parlato al nostro cuore, l'ha scosso con la meditazione delle verità eterne, perché ci diamo tutti al Signore. È proprio questo lo scopo della devozione mariana: di portarci a Gesù, di riposare sul suo cuore, per ottenere pace, forza e amore, così da vivere cristianamente, in attesa del paradiso. Ascoltiamo gli inviti affettuosi della nostra Madre celeste, accontentiamo il desiderio del suo cuore materno: andiamo a Gesù, chiediamogli perdono dell'indifferenza passata e promettiamogli la nostra fedeltà. Chiediamo a Maria che ci aiuti, ci incoraggi, ci assista, perché noi non ci allontaniamo mai più da Gesù e da lei. Dobbiamo essere capaci di chiudere il mese di maggio con questo proposito e con questa preghiera. Avremo la benedizione del Signore e di Maria, adesso, nell'ora della nostra morte e per sempre.

domenica 19 maggio 2013

LA SPERANZA PROCURA LA GIOIA E LA FELICITÀ

«Noi rallegriamoci nella speranza », dice San Paolo ai Romani; come se volesse dire: si contristino i mondani e i peccatori che cercano la speranza dove non si trova; ma noi che abbiamo la speranza della gloria celeste, come non staremo in gioia grande e continua? «Il Dio della speranza vi riempia dunque di ogni gioia e di ogni pace, nel credere, affinché abbondiate in speranza e nella virtù dello Spirito Santo» . La speranza è la gioia, la consolazione, la felicità dell'anima; è l'inizio della gioia eterna. «Signore, esclamava il profeta Baruch, io ho sempre sperato la salute da voi, e mi è venuta la gioia dal vostro santo» . «Si rallegrino tutti quelli che sperano in voi, o Signore, canta il Salmista; e rapiti di letizia all'ombra delle vostre ali, trovino in voi la loro gloria». «Io ho sperato nel Signore, esulterò e mi rallegrerò».  «Se la nostra speranza, dice il grande Apostolo, soltanto si estendesse a questa vita, noi saremmo i più infelici degli uomini» . Ma buon per noi, che la nostra vita è quella della città dei cieli, donde aspettiamo il Signor nostro Gesù Cristo che trasformerà l'infermo nostro corpo, rendendolo conforme al suo corpo glorioso, per la forza con cui può sottomettersi ogni cosa «Chi spera nel Signore, è felice», leggiamo nel Proverbi. Beni immensi e incomprensibili sono preparati da Dio ai servi, dice la fede: a me stanno riservati, dice la speranza; ad essi io corro, soggiunge la carità. Senza speranza non vi è quaggiù nessuna felicità, come non vi è paradiso senza carità. La speranza fa vivere nel tempo, l'amore fa vivere nell'eternità. La speranza dell'eterna beatitudine è quella che vi ci conduce; e conducendovici; la speranza forma la felicità dell'uomo sulla terra... Nella speranza è riposta tutta la felicità, tanto delle cose temporali, quanto delle spirituali... Perché l'inferno è tanto terribile? Perché non vi è la speranza; che se questa potesse entrarvi, l'inferno più non sarebbe inferno, ma paradiso. E non vi è nulla né d'incredibile né di sorprendente in ciò, che chi spera in Dio goda soavi gioie e vera felicità, perché in costui abita Dio. «Il Cristo, scrive S. Paolo, è come un figlio in casa sua; e questa casa siamo noi, se manteniamo ferma la nostra confidenza e la gloria della speranza fino alla fine»

venerdì 17 maggio 2013

Canti Religiosi: Su ali d'aquila

TESTO DEL CANTO
Tu che abiti al riparo del Signore
e che dimori alla sua ombra
di al Signore mio Rifugio,
mia roccia in cui confido.

E ti rialzerà, ti solleverà
su ali d'aquila ti reggerà
sulla brezza dell'alba ti farà brillar
come il sole, così nelle sue mani vivrai.

Dal laccio del cacciatore ti libererà
e dalla carestia che ti distrugge
poi ti coprirà con le sue ali
e rifugio troverai.

E ti rialzerà...

Non devi temere i terrori della notte
né freccia che vola di giorno
mille cadranno al tuo fianco
ma nulla ti colpirà.

E ti rialzerà...

Perché ai suoi angeli da dato un comando
di preservarti in tutte le tue vie
ti porteranno sulle loro mani
contro la pietra non inciamperai.

E ti rialzerò, ti solleverò
su ali d'aquila ti reggerò
sulla brezza dell'alba ti farò brillar
come il sole, così nelle mie mani vivrai.

Cosa dice il testo?
Nato all'interno del Rinnovamento dello Spirito dalla penna di padre Jan Michael Joncas, il testo del canto "Su ali d'aquila" è un riadattamento del salmo 90. Nelle parole scandite dal salmista, troviamo in tutto il salmo una espressione ripetuta di fiducia, di forza e pace nel Signore su quello che la vita ci aspetta. La vita non sempre è gentile con noi, a volte dovremo affrontare i nemici, i malefatti, le carestie, ma i giusti sanno che il Signore è la roccia e il rifugio su cui confidare. La vera chiave di lettura di questo salmo però rimane la fede, la fiducia nel Signore, perché i nemici a volte potranno in contrasto con quanto dice il salmo far vacillare il tuo corpo, le tue membra ma non la tua fede poiché li a proteggerti ci sarà sempre il Signore con i suoi angeli. Ci è piaciuto molto il richiamo al simbolismo dell'aquila, pubblicato nel sito Animatamente. L'aquila è il più grande degli uccelli e vola sovrana trasportando  gli eletti in cielo. E' un rapace temibile ma anche molto attaccato alla prole fino al punto da sacrificarne la vita. Nel tempo la tradizione cristiana lo ha identificato nella figura di Cristo.

giovedì 16 maggio 2013

Preghiera contro i cattivi pensieri

Questa preghiera è stata scritta e pensata per tutti coloro a cui capita di avere dei cattivi pensieri, causati spesso dalla sofferenza e dalla fragilità. Pensieri che ci distolgono dalle realtà e che ci portano a commettere i peccati più gravi. Affidiamoci alla Madonna e recitiamo questa preghiera per riacquistare la fiducia in noi stessi e la voglia di vivere.
PREGHIERA: 
Madonna Miracolosa, ultimamente la mia mente è offuscata da tanti pensieri negativi. Attorno a me c’è solo il buio e nessun’altra via d’uscita. Trovo sempre il male in qualsiasi situazione possa capitarmi e faccio fatica a vedere il bene di chi mi circonda. Spesso non trovo la forza necessaria per affrontare il nuovo giorno e ho paura che possa succedere qualcosa di brutto anche alle persone a me care. Madonnina mia, ti chiedo umilmente, di potermi liberare da questa angoscia e da questo grande fastidio che porto dentro. Ti prego di intercedere presso tuo figlio Gesù, affinché tu possa portare questa mia preghiera e riuscire a guarire. Illuminami, togli dalla mia mente qualsiasi forma di pensiero negativo e proteggimi sotto il tuo manto. Per sempre riconoscente a te; non smetterò mai di dimostrarti la mia gratitudine. Amen

martedì 14 maggio 2013

LE MANI DI UNA MADRE

La prima culla dell'uomo, la più naturale, la più bella, la più adatta è stata quella di nostra madre, quando per nove mesi ci tenne vicino al suo cuore. Noi, prima di nascere, siamo stati cullati dai passi, dal respiro e dal calore di nostra madre! E poi venne la luce e il primo contatto col mondo esterno. Ma le braccia di mamma furono le nostre prime tiepide fasce. Dall'intreccio delle sue braccia forse è nata l'idea del canestro, del paniere-culla o zana, delle pelli di renna dei lapponi, della navicella dei greci, della danda dei nostri bambini. Anche per il Figlio di Dio che si fa uomo una culla è indispensabile come per il figlio della più povera delle madri. Senza la culla non vi è famiglia; spesso da un'unica culla si è sviluppato un villaggio intero, un'intera città, un popolo. E mentre le madri col piede dondolano le culle e con le mani sferruzzano, rammendano o filano, il ritmo della storia corre con il dondolio delle culle. Una culla piena è sempre un gran dono di Dio all'umanità. A Betlemme, Maria diede alla luce il suo Figlio primogenito, "lo avvolse in fasce e lo depose in una mangiatoia". E la luce della redenzione per tutti gli uomini si accese nella storia dei millenni cristiani, in una stalla, accanto al cuore trepidante della Madre del Verbo di Dio e degli uomini. Quanta riconoscenza deve l'umanità a lei, per aver cullato fra le sue braccia i primi sonni del Salvatore del mondo! E Dio benedica anche mille e mille volte le mani che, piene di amore, giorno e notte mi cullarono i primi sonni!

domenica 12 maggio 2013

IL PECCATO: che cos'è? come ottenere il perdono dei peccati commessi in passato?

Abbiamo mai commesso un peccato? Questo vuol dire che abbiamo fatto tutto il possibile per distruggere il nostro Creatore, nostro Padre, il nostro Salvatore, il nostro Dio, il nostro tutto. Il peccato è una disubbidienza, una ribellione, un'ingratitudine. E ci ha fatto perdere la grazia, i meriti della nostra vita passata, l'eredità della felicità eterna. Siamo ancora figli di Dio? In questo momento, siamo ancora nel peccato? Allora, siamo sotto il potere del male e del demonio. Noi scherziamo, passeggiamo, dormiamo, sorridiamo; ma se ci capitasse di morire da un momento all'altro, saremmo condannati all'infelicità eterna. Se non siamo in peccato in questo momento, possiamo sempre commetterlo. Una tentazione forte, un incontro inaspettato, una situazione imprevista, possono spingerci improvvisamente al male. Ricordiamo che hanno peccato gli angeli in cielo, ha peccato Adamo nel paradiso terrestre, hanno peccato Giuda e persino Pietro che erano alla scuola di Gesù. Può davvero bastare un attimo per perdere l'amicizia del Signore.  Se vogliamo evitare le occasioni di fare il male, ricorriamo alla Madonna. La nostra Madre celeste, che ha vinto il male, ci otterrà da Dio la forza e il coraggio per tenerci lontano dalla colpa. Maria ascolterà sicuramente la nostra preghiera; e noi, sotto la sua protezione, sapremo batterci da forti contro ogni seduzione del male. Se vogliamo provare un sincero orrore per il peccato, dobbiamo riflettere su quanto fece soffrire Maria. Se infatti la Madonna sopportò tanti dolori nel corso della vita e specialmente sul Calvario, fu proprio perché Gesù ha patito ed è morto per i nostri peccati. Come è possibile conoscere le sofferenze di Maria e commettere ugualmente il peccato, causa di tante sofferenze? Se vogliamo ottenere perdono per i peccati commessi in passato, andiamo dalla Madonna, che è il rifugio e l'avvocata dei peccatori. Una madre non ci respingerà. Nel vederci pentiti e umiliati, avrà compassione di noi, difenderà la nostra causa presso suo Figlio, e la sua preghiera ci otterrà il perdono e la pace. Maria è madre di Dio e perciò può ottenere tutto da lui; Maria è madre nostra e per questo vuol fare tutto per noi. Corriamo da lei e ripetiamole, con fiducia e amore: «Rifugio dei peccatori, prega per noi». La nostra supplica sarà ascoltata. Maria sarà il nostro aiuto, la nostra difesa e la nostra protezione.

giovedì 9 maggio 2013

MARIA: VITA, DOLCEZZA E SPERANZA NOSTRA

Siamo a maggio, mese bello per la natura in fiore e perché dedicato a Maria, la Madre che, per la sua intima partecipazione alla storia della salvezza, interviene efficacemente per salvare tutti coloro che la invocano con animo retto. "Con la sua materna carità si prende cura dei fratelli del Figlio suo ancora pellegrinanti e posti in mezzo a pericoli e affanni, fino a che non siano condotti nella patria beata"  E’ stupendo poter pensare, sapere con certezza e dire che non si è nati per caso, quasi fossimo il risultato di una serie di combinazioni; che il nostro nome è pronunciato dall'eternità; che Dio ci conosce e ci ama da sempre; che la nostra vita è affidata sì alla nostra responsabilità, ma non è solo nelle nostre mani: è anche sempre nelle mani di un Padre. Perciò i cristiani invocano Maria Santissima come ''vita, dolcezza e speranza nostra", avvocata, ausiliatrice, soccorritrice, mediatrice.  Essendo Madre spirituale di tutti coloro che Dio chiama alla salvezza, ella desidera tutti salvi e aiuta chi la invoca con fiducia e costanza. Come Madre di misericordia e rifugio dei peccatori, salva anche costoro, purché vogliano convertirsi. Bisogna invocare Maria, amarla. Attaccarsi al suo manto materno, prendere quella mano che ci porge e non lasciarla mai più. Raccomandiamoci ogni giorno a Maria, nostra madre; rallegriamoci, lavoriamo con Maria, soffriamo con Maria. Desideriamo di vivere e di morire tra le braccia di Gesù e di Maria.

lunedì 6 maggio 2013

PROGRAMMA FESTA DELLA MADONNA MIRACOLOSA

Iniziano i festeggiamenti in onore della Madonna Miracolosa; ecco a voi il programma di quest’anno (già pubblicato in anteprima da diversi giorni). Per più di una settimana (dal 22 al 31 Maggio) questo sito, si ferma per dare spazio alle varie manifestazioni che ci accompagneranno per tutto il tempo della durata del programma, pertanto non verranno pubblicati nessun tipo di preghiere e recensioni. Volevo ricordare che il 31 Maggio, verranno inserite alla statua della Madonnina le medagliette donate da “Vittorio l’eremita” direttamente da Medjugorje; inoltre le luci che illuminano la Madonna, rimarranno accese per tutta l’intera giornata (un modo questo, per mettere in luce ed illuminare tutte le richieste di grazia lasciate dai numerosi fedeli durante l’intero anno). Voglio precisare a chiunque voglia seguire la tanto attesa “OTTAVA della MADONNA MIRACOLOSA” che viene suddivisa come dalla parola stessa, da otto parti, con otto preghiere diverse ed ognuna di queste è caratterizzata da otto benedizioni particolari, il tutto viene svolto in otto giorni, con assoluta devozione e profonda fede, per poi festeggiare il giorno dedicato alla Madonna.

sabato 4 maggio 2013

MARIA, MADRE DELL'UMANITÀ

MADRE questo è tuo figlio; figlio questa è tua MADRE!" Non poteva Gesù dimostrare l'amore del Suo Cuore in modo più sublime. L'umanità, da Lui amata fino a morire per lei, diviene per Lui la Sua più evidente preoccupazione. Oltre ad assicurarle lo Spirito che sarebbe sceso dopo la Sua Morte, Spirito di Verità, prima della morte stessa, trova la culla che la stessa Umanità avrebbe goduto: quella della Mamma sua! Lei, Maria, Colei alla quale l'Angelo annunziò la nascita del Messia e che Dio "guardò" quale culla perfetta per il Verbo, Lei, Maria, per Gesù che esplicitamente lo dichiara, diviene Madre di tutta l'umanità. Senza alcun riguardo al dolore che la stessa umanità Gli infligge, lascia che sulle Sue labbra le parole siano ancora di conforto e di rassicurazione per le sue pecorelle smarrite; Lei, la Madre, è la nuova casa ove rifugiarsi e prendere forza. Le conferisce, Gesù, ogni facoltà ad esercitare l'unico ruolo che ben conosce: quello di Vera Madre di Dio. Maria non può non essere coinvolta nell'Amore Misericordioso di Gesù Crocifisso perché è proprio per quell'amore che Lei riesce a dire sempre e solo: "Sì" Gli occhi del Figlio Suo sono sempre e solo fissi sulla umanità incapace e bisognosa di Dio che sa e che conosce ogni punto della origine umana. Lui, il Creatore, Ama e Lei, la Madre del Creatore, rimane nell'Amore di Dio perfetta nel dire Sì! Raccoglie in sé i colpevoli di un delitto che per Lei è il massimo di ogni sopportazione umana. Trasforma l'umanità nemica in figlia da comprendere e da aiutare fino in fondo. Non può lasciare l'Amore di Gesù solo, ma deve, insieme a Lui, continuare a dare la risposta di Dio al mondo. "Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il Figlio Suo per la salvezza degli uomini" e Maria riceve da Dio il premio di essere nell'Eletta la corredentrice della Salvezza umana. E' un premio per Lei essere la Madre degli esuli, dei dispersi, dei disperati, dei confusi e privi di ogni conoscenza dell'Amore di Dio. Non le viene consegnata una umanità tranquilla e saggia. Nel Sì ad accettare il dono d'Amore del cuore di Gesù, si rivela anche Essa Innamorata dell'Amore di Dio e, quindi, dei figli che pian piano con Lei impareranno a chiamare Dio: "Abbà, Padre!" Non c'è altra risposta a Maria se non il grazie di cuore per la Sua capacità di essere Vera Madre e nel grazie la certezza di quella Sua Carezza che porta il profumo di Tutto il Paradiso.

giovedì 2 maggio 2013

MAGGIO: il mese dedicato alla Madonna

Questo mese è un'occasione per metterci tutti sotto la protezione di Maria, che ci aiuterà a raggiungere la salvezza. Una madre così tenera come la Madonna, ascolterà senza dubbio le suppliche di un figlio tanto devoto. Noi sappiamo che tante volte è bastata una preghiera o un sacrificio per indurla a mostrarsi pietosa verso persone colpevoli delle peggiori malvagità. Si può quindi essere sicuri che sarà tanto generosa verso chi, con amore, le dedica un mese dell'anno. Onoriamo quindi e amiamo Maria, e ravviviamo il nostro affetto verso di lei in questo mese di maggio. A noi che abbiamo bisogno di tante grazie per il nostro corpo e per la nostra anima; a noi che siamo provati dal dolore e dalla sofferenza; a noi che siamo tanto esposti a tentazioni di ogni sorta, provenienti dal di dentro e dal di fuori di noi, è tanto caro il ritorno del mese dedicato a Maria! La Madonna concede grazie con abbondanza, asciuga le lacrime di chi piange, calma i dolori di chi soffre, consola gli afflitti, aiuta i bisognosi, viene incontro ai peccatori, ascolta le preghiere di chi l'invoca con fede e amore.


Affidiamoci alla Madonna Miracolosa, affidiamo a Lei questo mese di Maggio, recitiamo l’affidamento dedicato alla Vergine e Madre di nostro Signore Gesù

mercoledì 1 maggio 2013

PER TUTTI I LAVORATORI

Dio, nostro Creatore e nostro Padre,
dal quale procede ogni bene,
noi ti rendiamo grazie
per il soccorso che ci dai
nel compimento del nostro lavoro,
e per la scienza, il coraggio
e la rettitudine dei nostri fratelli,
dal lavoro dei quali
dipende la nostra vita.
Ti preghiamo
per i nostri amici
e i nostri compagni,
per coloro che ci comandano,
e per coloro che ci aiutano.
Ti preghiamo per gli uomini
e le donne che
lavorano nelle fabbriche,
nei campi, negli uffici,
sulle strade, nelle case.
Sostieni i padri nel loro lavoro
e nelle loro preoccupazioni;
aiuta le madri
nel loro compito familiare;
guida i giovani nella scelta
delle loro vocazioni e professioni.
Sii la speranza dei malati
e la consolazione degli anziani.
Dona a ciascuno di noi
di compiere la tua volontà,
lavorando con coraggio e coscienza,
nella gioia e nell'amore fraterno.
Amen.