Parla con la Vergine

Parla con la Vergine
Chiedete, lasciate un messaggio, una preghiera, un racconto. Scrivi qui la tua preghiera da lasciare ai piedi della Madonnina

venerdì 20 febbraio 2015

Il peso della croce

“Chi non prende la propria croce e non mi segue, non è degno di me”
Gesù prende su di sé il male, la sporcizia, il peccato del mondo, anche il nostro peccato, di tutti noi, e lo lava, lo lava con il suo sangue, con la misericordia, con l’amore di Dio.  Questo è il bene che Gesù fa a tutti noi sul trono della Croce. La croce di Cristo abbracciata con amore mai porta alla tristezza, ma alla gioia, alla gioia di essere salvati e di fare un pochettino quello che ha fatto Lui quel giorno della sua morte. La morte di Gesù insegna agli uomini che l’amore vero è quello che accetta di portare il peso della colpa altrui. La croce è il prezzo della fedeltà all'amore di Dio e alla sua misericordia per tutti i peccatori. Rifiutato da noi, Gesù muore per noi: si è comportato con noi come il parente prossimo che si prende personalmente a carico la sorte del fratello. La croce non è un brutto incidente di percorso sulla strada di Gesù; non è un disguido sciagurato, prontamente recuperato dalla risurrezione; non è la sconfitta irreparabile dell’amore: è il suo trionfo, la sua definitiva, indubbia e indiscutibile rivincita.

1 commento:

  1. Proprio questa promessa ci dà la forza per andare avanti e portare la nostra croce. È dalla croce che comincia la nostra salvezza e Gesù ci dà la sofferenza che siamo in grado di sopportare. Lui ci ha detto che non saremo tentati oltre le nostre forze ma dobbiamo essere come
    Lui miti e con cuore umile. Vissuta così la quaresima ci permette realmente di essere in comunione completa con Gesù e cercare di comprendere il nostro essere poco e la nostra miseria umana. Aiutaci sempre giorno per giorno. Noi abbiamo bisogno di te

    RispondiElimina

Lascia commento, una frase, un parere, una riflessione a questo articolo. Scrivi ciò che pensi ...