Parla con la Vergine

Parla con la Vergine
Chiedete, lasciate un messaggio, una preghiera, un racconto. Scrivi qui la tua preghiera da lasciare ai piedi della Madonnina

lunedì 8 aprile 2013

Credere in Gesù non è sinonimo di “avere fede”

Credere in Gesù non basta. Neanche frequentare una chiesa, ubbidire a certi rituali o stare attento a non commettere errori è sufficiente. Per poter sperimentare una vita piena con Dio e tutto quello che Egli vuole donarti, devi instaurare una relazione con l’unico Dio, vero e vivente. L’amore divino e lo Spirito Santo che riceverai da Dio in quel rapporto, ti cambieranno. “Credere in Gesù” non è sinonimo di “avere fede”. Avere fede implica avere fiducia in Gesù e la volontà di seguirLo, ovunque Lui voglia portarti. Dio desidera una relazione con te, una relazione intima e personale. Egli ti conosce perfettamente e non c’è niente che tu possa tenergli nascosto, ma anche Gesù vuole farsi conoscere da te. Gesù ti ama a tal punto che Lui stesso ha rimediato alla separazione che c’èra tra te e Dio. Infatti, attraverso l’opera mediatrice di Cristo, Dio ha tolto tutti gli ostacoli che impedivano la tua relazione con Lui. Sappi però che Dio non ti impone la sua volontà e se vuoi entrare in questa personale relazione con Lui  devi essere tu a volerlo. Questo vuol dire “dare il tuo cuore a Gesù”. Vuoi mettere tutto ciò che si trova dentro di te (sentimenti, pensieri, ragionamenti, sogni e desideri) alla Sua luce, affinché Egli possa guarirti, aiutarti, correggerti, incoraggiarti e, soprattutto, amarti? Lascerai che il tuo Dio che ti ama intervenga nella tua vita, affinché tu possa crescere e diventare una persona nuova, trovando così lo scopo della tua vita?

1 commento:

  1. Questo post è stato per me spunto per una profonda riflessione. Credo e basta oppure ho veramente fede? Lo voglio davvero, sto cercando di affidare totalmente me stessa e i miei cari a Gesù ma non so se sto riuscendo nel mio intento, ho paura di non farcela, di non essere pronta ad accettare completamente la Sua volontà per paura, perché la mia miseria e la mia umanità me lo impediscono, mi tengono ancorata ai beni e soprattutto agli affetti terreni.
    Maria, Madre mia, aiutami a vincere la paura e a conquistare la volontà di seguire Gesù per dargli il mio cuore.

    RispondiElimina

Lascia commento, una frase, un parere, una riflessione a questo articolo. Scrivi ciò che pensi ...