Parla con la Vergine

Parla con la Vergine
Chiedete, lasciate un messaggio, una preghiera, un racconto. Scrivi qui la tua preghiera da lasciare ai piedi della Madonnina

giovedì 7 giugno 2012

SPECIALE MADONNA DELLO SCOGLIO

Era il maggio 1968, l'epoca in cui le grandi cristianità d'Europa e d'A­merica venivano sconvolte da una rivoluzione di nuovo tipo. Era un vento libertario di sogni, di eros e di barricate sulla tomba dei divieti che fece tremare de Gaulle, la Francia e la Chiesa. Quella rivoluzione disin­tegrò, in qualche mese, tanti semi­nari e tante opere fiorenti.
Cosimo Fragomeni era molto lon­tano da tutto questo, ma la Vergi­ne gli apparirà, triste, sebbene senza lacrime, diversamente da La Salette. Ecco dunque il suo racconto fino ad oggi inedito. Il giorno 11 Maggio dell'anno 1968, poco prima dell'imbruni­re, stavo rientrando a casa dal lavoro dei campi e portavo sulla spalla un fascio d'erba per gli animali. Mentre passavo, pro­prio dirimpetto allo Scoglio, mi sono visto improvvisamente abbagliato da una grande luce. Mi sono fermato, ho alzato la testa per vedere cosa era suc­cesso, ma non ho visto nulla. Appena mi sono rimesso a camminare, come se qualcuno mi dicesse di guardare verso lo Scoglio, guardai e mi sono visto davanti agli occhi, proprio sulla sommità dello Scoglio, una dolce figura di una giovane donna, di carnagione scura, sui 18 anni di età, con i capelli lun­ghi di colore castano scuro. Era scalza, con le mani giun­te, tutt'attorno circonfusa da un alone di fulgidíssima luce e dietro le spalle si vedeva come un sole luminoso, dai lunghi raggi dorati. Indossava un vestito bianco come la neve, una cintura e un manto azzurro, un velo bianco trasparente in testa, cosparso di stelle e al polso un luccican­te rosario di perle. In quel momento ho sentito come un brivido attraversare il mio corpo, fui preso da un forte senso di paura e stavo per scappare. Ho pensato infatti si trattasse di qualche spirito, anche se dall'aspetto sembrava la Madonna. Il racconto è limpido come quello di Bernadette e ha le stesse caratteristi­che: la luce precede l'apparizione e la circonda. Un timore reverenziale invade il contadino di 18 anni che non ha frequentato molto la scuola, ma, con l'intelligenza intuitiva e la cultura umana della gente della terra, si esprime con termini appro­priati. Descrive l'apparizione con delle parole scelte: carnagione, lucci­canti, fulgidissima che non sono nel mio piccolo Vocabolario. Continua: La giovane donna, dall'alto dello Scoglio, fece un inchino con la testa, distolse le mani e mi fece cenno di non scappare, dicendo­mi con voce amabile e scanden­do le parole piano piano: "Non avere paura, vengo dal Paradi­so, io sono la Vergine Imma­colata, la madre del Figlio di Dio. Sono venuta a chiederti di costruire qui una cappella in mio onore. Io ho scelto que­sto luogo, qui voglio stabilire la mia dimora e desidero che da ogni paese si venga qui a pregare". Appena terminò di parlare, congiunse di nuovo le mani, fece un inchino con la testa, alzò gli occhi al cielo, si staccò dallo Scoglio e subito scom­parve nell'aria. Subito dopo mi sono sentito come sconvolto, profonda­mente turbato, assalito dal dubbio se era veramente la Madonna oppure no. Sono rimasto ancora un attimo ai piedi della grande siepe presso lo Scoglio e poi rientrai subito a casa. Arrivato a casa, ho preso immediatamente carta e penna e ho messo per iscritto, per non dimenticare, le parole che avevo appena udito dalla gio­vane donna.

Chi è dunque Fratel Cosimo?
È difficile definirlo. La sua umiltà e la sua trasparenza, sfidano le definizioni con la forza della sem­plicità. Il suo contatto intimo con Cristo e con la Nostra Signora è palpabile e si irradia intorno a lui. Sembra si identifichi con la luce.
Prega molto: un Rosario al mat­tino e uno alla sera, ma l'elemento di fondo è una meditazione conti­nua.
Al primo incontro, la sua laconicità mi ha sconcertato. Molti veggenti sono loquaci, perfino interminabili. Vi sommergono. Fratel Cosimo invece è piutto­sto il contrario: ciò che irradia da lui è questo "pregare sempre". È la presenza di Dio che mantiene vita e preghiera, non senza sforzo, per preservarsi dalla dispersione che lo circonda".
Fratel Cosimo è uno zampillare calmo e discreto, a immagine della sorgente da cui ha ricevuto la rive­lazione interiore. È calmo, tran­quillo, fiducioso, apparentemente inattivo, preso dal contatto del momento. Ma la sua memoria è attenta, registra.
"Da storico, gli avevo chiesto delle date che non ricordava. Me le ha fatte sapere al mio ritorno, in due correzioni del suo rac­conto autografo delle prime apparizioni". Fratel Cosimo ha deciso intelligen­temente la costruzione del luogo di pellegrinaggio. Realizza lenta­mente e progressivamente la sua missione, secondo le parole ricevu­te in occasione della seconda appa­rizione: "Il Signore vuole fare di te uno strumento del suo Amore per la salvez­za delle anime".
Non manca di ardore interiore, semmai il contrario, ma questo ardore appare solo quando è utile o importante per la sua missione. Allora, emergono parole forti e calorose.
La Vergine gli ha anche detto: "Io ti aiuterò, ma tribolazioni e sofferenze non ti mancheranno".
"Malgrado la sua apparente gioia di vivere con Dio, ho chiesto a Fratel Cosi­mo se avesse problemi con il demonio. Ha risposto con un pronunciato cenno di assenso. Volevo andare a fondo con domande, ma poi non me la sono senti­ta di insistere ancora. Temevo di sem­brare indiscreto. Ho osato ritornare sul­l'argomento solo quando, in auto con Ferdinando Zappavigna, l'amico avvo­cato della Fondazione, ci siamo recati al vescovado. Le risposte sono allora sca­turite vive, precise e talvolta spedite".
In breve, Fratel Cosimo ha attra­versato molte difficoltà e opposi­zioni:
- da parte degli uomini: si tratta dei peccatori che resistono, ma più comunemente di coloro che non accettano l'autenticità del suo incontro, né della sua missione;
- subisce anche le tentazioni e le sevizie del demonio che maltratta i suoi avversari più pericolosi. Così come fece con Gesù Cristo, dalla prima all'ultima tentazione, indi­cata da Luca. Dopo l'insuccesso delle prime tre, il demonio, vinto, si ritirò attendendo nell'ombra il momento opportuno: il kairos come dice la parola greca, cioè l'ora della Passione, l'ultima prova. Seguendo Cristo, Fratel Cosimo ha subito tentazioni e attacchi interiori e fisici. Ha provato la disperazione e l'abbandono pro­prio come Gesù.
"Sulla croce, il Salvatore, sentì forte il senso dell'abbandono e l'a­gonia di una notte che si veniva formando nella sua psicologia umana. Ciò nonostante permane­va in Lui un traboccante perdono e tanta benevolenza".

Fratel Cosimo riceve anche fisica­mente dei duri colpi. Succede nei momenti in cui la sua azione diventa più efficace. In qualche modo ne paga il conto. Allora, però, conserva una grande fiducia in Dio e nella sua azione. Quando sembra che Dio lo abbandoni, si abbandona ancora di più a Lui, nella notte. Viene guidato più di quanto sia lui a guidare.
Quando guida, significa che Dio lo guida.
"Raramente ho visto un tale spoglia­mento, una simile naturale ricettività; per nulla passiva, ma reattiva, se neces­sario".
Conosce anche le sofferenze della Passione, soprattutto il giovedì e il venerdì, giorni commemorativi. Maggiormente durante la Quaresi­ma, sulla scia di San Francesco. Rivive le terribili sofferenze fisiche di Cristo. Le risente, sembra, nel­l'ordine della Passione, compreso lo strazio della morte. Le soffre dall'interno, atrocemente, ma nella pace e nell'amore, senza stig­mate visibili e senza effusione di sangue. Il Signore lo ha invitato a portare la sua croce nel quotidia­no, dicendogli esplicitamente: "Vuoi aiutarmi a portare la Croce?". Questo fa pensare a ciò che il Signore fa vivere in modo discreto a tante anime vittime volontarie. Lo ha chiesto in modo esplicito anche a Yvonne Beauvais, quando il 5 luglio 1922, impegnandosi a dare inizio alla sua vita mistica, Gesù le disse mostrandole la Croce: "Vuoi tu portarla?". Lei ha accettato e ha conosciuto le stigma­te sanguinanti cui è stata dedicata una specifica monografia.

VIDEO PROCESSIONE MADONNA DELLO SCOGLIO E BENEDIZIONE DI FRATEL COSIMO


23 commenti:

  1. Ti prego madonnina mia esaudisci il mio desiderio

    RispondiElimina
  2. Mia cara dolce santa Rita, intercedi TU attraverso il padre nostro affinché possiamo continuare a vivere in un mondo più giusto, più rispettoso, circondati dal bene, dall'amore , dal rispetto vero, dalla sapienza, allontana il male verbale, fisico dai bambini, dai nostri fratelli, dalle donne, dagli innocenti, dai buoni, dai poveri, GRAZIE PER TUTTO, sono onorata di essere cristiana, aiutami a camminare insieme a Gesu', ora e per sempre .

    RispondiElimina
  3. madonnina mia ti prego, ogni giorno e ti penso sempre voglio che tu mi segua sempre ovunque vada, ti amo madonnina mia, ti prego allontanami dal male, dagli ignoranti, dai bugiardi, dagli invidiosi, dagli stolti, conducimi persone buone di cuore, sincere, guidami sempre in acque calme, aiutami a non aver paura del futuro e del mio prossimo, perdona i miei peccati, stendi le tue mani possenti su di me, esaudiscimi ti prego, aiutami a trovare ben presto un uomo per bene, bello fuori e dentro, aiutami a trovare la giusta strada, idonea per me, grazie perché con te posso riuscire nella vita. confido in voi, ora e sempre con immenso AMORE. Ori

    RispondiElimina
  4. Vergine Santa, Madre di tutti noi, aiutami a non rimanere senza lavoro, proteggimi e sostienimi, fa che questo brutto periodo passi in fretta
    e che tutto si sistemi. Ho bisogno di occupare la mia mente dai brutti pensieri;
    mi affido a te madre dei miracoli, mostrami la giusta via da seguire e proteggimi dai pericoli quotidiani. una vostra serva confida in voi. Amen

    RispondiElimina
  5. Signore, Dio di pace, che hai creato gli uomini,

    oggetto della tua benevolenza, per essere i familiari della tua gloria,

    noi ti benediciamo e ti rendiamo grazie;

    perchè ci hai inviato Gesù, tuo figlio amatissimo,

    hai fatto di lui, nel mistero della sua Pasqua, l'artefice di ogni salvezza,

    la sorgente di ogni pace, il legame di ogni fraternità.

    Noi ti rendiamo grazie per i desideri, gli sforzi, le realizzazioni

    che il tuo spirito di pace ha suscitato nel nostro tempo,

    per sostituire l'odio con l'amore, la diffidenza con la comprensione,

    l'indifferenza con la solidarietà.

    Apri ancor più i nostri spiriti ed i nostri cuori alle esigenze concrete dell'amore

    di tutti i nostri fratelli, affinché possiamo essere sempre più

    dei costruttori di pace.

    Ricordati, Padre di misericordia, di tutti quelli che sono in pena,

    soffrono e muoiono nel parto di un mondo più fraterno.

    Che per gli uomini di ogni razza e di ogni lingua venga il tuo regno di giustizia,

    di pace e d'amore. E che la terra sia piena della tua gloria!

    RispondiElimina
  6. mamma mia, ti ringrazio, fa che quest'anno sia l'anno definitivo in cui posso trovare lavoro, l'amore, l'amicizia, la pace tutto quello che merito e di cui ho bisogno, mi sento morire , sempre di cattivo umore e sempre SOLA, ma come devo fare, ti supplico intervieni tu, fammi questa grazie ti prego, fammi questo regalo, che possa vincere e trionfare in questa vita, che possa trionfare la gloria e l'amore in tuo nome, sono stanca, bastaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa , confido in voi, vi prego proteggetemi, guidatemi, fa che tutto vada per il meglio. ricompensa i miei anni di solitudine, le mie sofferenze, premia i miei sacrifici, ti prego.

    RispondiElimina
  7. Madonnina aiuta mio fratello Roberto nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo Amen

    RispondiElimina
  8. Madonnina mia esaudisci la mia grazia. Ti amo

    RispondiElimina
  9. Mi rivolgo a te per chiederti questa grazie,so che mi sei vicina e tu sai quanto ne ho bisogno.

    RispondiElimina
  10. Signore nel nome di Gesù,

    Io ​​(vostro nome), vi chiedo di aiutarmi a vincere immediatamente, per fortuna, il denaro necessario e sufficiente a pagare e risolvere tutti i miei problemi finanziari.

    Che nove cori angelici mi aiutino a compire la mia libertà finanziaria,

    LODE GESÙ, lode al nostro Dio onnipotente, creatore del cielo, della terra e del mare,

    siano lodati i 3 SANTI ANGELI (Arcangelo Michele, Gabriele e Arcangelo Raffaele).

    Questo mio desiderio si rafforza alla luce di Gesù Maestro affinche’ avvenga al più presto possibile, immediatamente.

    Per la Santissima Trinità, Padre, Figlio e Spirito Santo di Dio,(fare qui il segno della croce) che possa io guadagnare un sacco di soldi per pagare tutti i miei debiti,

    per risolvere tutti i miei debiti , miei e della e mia famiglia.

    E questo è sufficiente per me (vostro nome) .

    Per iniziare un progetto… che è quello di acquistare una casa per la mia famiglia e di inseguire il mio sogno.. di averela mia attivita’ in PROPRIO.

    Chiedo a nostro Signore Gesù Cristo, di aiutarmi perché io (vostro nome) non debba più preoccuparsi per la mancanza di denaro.

    Chiedo ai tre SANTI ANGELI (Arcangelo Michele, l’Arcangelo Gabriele e San Raffaele), che soddisfino la mia supplica,

    URGENTE. Subito!

    Oh vi prego, rispondete alla mia richiesta.

    Tutto è compiuto, non appena che pubblico questa preghiera.

    Amen.

    Divulga infine questa preghiera potente esaltando il nome di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo, e avrai il tuo desiderio soddisfatto.

    Io (vostro nome)

    vi ringrazio, perché so che sarò accontentata\o.

    Grazie .

    Amen.

    RispondiElimina
  11. madonna miracolosa
    ti chiedo fai in modo che la mia situazione finanziaria migliora di giorno in giorno
    grazie. amen.

    RispondiElimina
  12. Madonna miracolosa,ti supplico,
    sono in una situazione economica difficile,ti prego e ti chiedo,fa che io Vincenzo guadagni facilmente un sacco di soldi ogni giorno, e fa in modo
    che il denaro non mi manchi mai.
    ti prego perdona i miei peccati
    e ascolta le mie preghiere
    grazie,Amen.

    RispondiElimina
  13. N.S.DELLA GUARDIA,VEGLIA SU VITTORIO DI GIORNO E NOTTE!........ TU SEI NOSTRA MADRE CHE AIUTA I SUOI FIGLI PIU SFORTUNATI E CON PROBLEMI DI SALUTE COME TU SAI.......... LIBERALO DA QUESTI TORMENTI E OSSESSIONI CHE LO HANNO DEPPRESSO E PERSO NELLA SOLITUDINE E SENZA SPERANZA.... TI IMPLORO AIUTALO! GESU DELLA MISERICORDIA, ABBI PIETA E FA CHE UN TUO ANGELO LO PROTTEGGA DALLE MALVAGITA E PERICOLI DEL MONDO E DALLE PERSONE FALSE E MALVAGIE....../SIA LODATO IL TUO NOME DI MARIA E GIUSEPPE. AMEN.

    RispondiElimina
  14. N.S. DELLA GUARDIA, PROTTEGGI VITTORIO DAI PERICOLI DEL MONDO E DALLE PERSONE MALVAGIE....ANGELO DI DIO CHE SEI IL SUO CUSTODE, PROTTEGILO SEMPRE.........COSI SIA.

    RispondiElimina
  15. N.S. DELLA GUARDIA: TI IMPLORO E TI PREGO! AIUTA VITTORIO A " POTER CAPIRE......ALMENO UN PO......DIMENTICANDO QUELLA persona!....... CHE LO HARIDOTTO IN "SCHIAVITU!" E LIBERALO DAL MALEFICIO E PRECIPIZIO IN QUI SI TROVA, TU SAI TUTTO..........., NN ABBANDONARLO MAI, TE NE PREGO.....COSI SIA.

    RispondiElimina
  16. N.S. DELLA GUARDIA, ORMAI NN SO PIU COME IMPLORARTI, SO DI NN MERITARE NULLA MA VTTORIO CHE COLPA HA?!................ COMUNQUE SE VUOI PROTTEGILO DA TUTTO QUEL CHE SAI.............................................AMEN.

    RispondiElimina
  17. Vergine Santa, fa che io e Patrizia possiamo avere un figlio nostro. prega per noi.

    RispondiElimina
  18. Mamma cara, Madonna nostra Santissima, a te rivolgo il mio grido di preghiera in questo giorno di grazie particolari, in questo giorno particolare di supplica in cui elargisci infinite grazie, vengo a te in ginocchio davanti a Dio invocando l'intercessione per la mia causa e quella di tutta la mia cara e dolce gia' lacerata famiglia. Ti amo, in cielo in terra e sottoterra, in ginocchio davanti a Dio Padre, ultimo Giuseppe Angelo.

    RispondiElimina
  19. brutta puttanona di dio cane bastardo
    zoccolona infame

    RispondiElimina
  20. madonnina mia, ti ringrazio per questo giorno, ti ringrazio per i miei genitori, ti prego ti chiedo di guarire la salute di mio nipote Alex. confido in TE

    RispondiElimina
  21. madonnina mia , ti amo immensamente, ti chiedo con tutta l'anima e con tutto il cuore di concedermi le grazie che ti chiedo, ti ringrazio per i doni, per la vita , le cose belle, aiutami a non deprimermi, ma sono spesso insoddisfatta, sono sola, vorrei l'amore, una bella e sana relazione sentimentale, che mi faccia stare bene, sorridere, io non c'è la faccio più. ho bisogno di sentirmi amata e di trovare l'uomo giusto che tu con tanto amore mi troverai, cosi come hai sempre ascoltato le mie richieste. ti amo. confido in te. ti supplico.

    RispondiElimina
  22. Aiutaci Santa Madonnina....non può finire tutto a soli 50 anni...
    Sono depresso per aver perso il lavoro è non so come farò a crescere dignitosamente i miei due splendidi figli...
    Aiutaci a trovare le forze che prima avevo...ed un lavoro che ci permetta di sopravvivere.
    Grazie Madonnina, fallo per i miei due figli che non si meritano tutte queste sofferenze.
    Grazue

    RispondiElimina
  23. Madre nostra ascolta le nostre suppliche aiutaci nel lavoro, nella salute e dona pace in tutto il mondo.Non prometto ma spero un giorno di poter venire.Amen

    RispondiElimina

Lascia commento, una frase, un parere, una riflessione a questo articolo. Scrivi ciò che pensi ...